Scorri
Rivista Idraulica 60

SCHEMI IMPIANTISTICI

Articolo di: Ingg. Claudio Ardizzoia ed Alessia Soldarini
Precedente Prossimo

Nel rispetto di quanto indicato dalla Norma EN 1717 e riassunto nella tabella dell'articolo Tipologia impianti e scelta dispositivi, le varie applicazioni impiantistiche sono descritte e raggruppate in tipologie di impianti, in modo da mettere in evidenza la categoria di fluido in ciascuna situazione e, di conseguenza, il livello di protezione richiesto.

Per rendere meglio comprensibile l’applicazione dei dispositivi di protezione e per individuare la loro corretta posizione vengono presentati alcuni schemi impiantistici che fanno riferimento ad applicazioni sia domestiche sia commerciali, con dettaglio funzionale anche di particolari apparecchiature utilizzate. Gli impianti sono stati raggruppati in schede con caratteristiche di protezione simili, per categorie dalla meno alla più pericolosa. Una breve descrizione funzionale accompagna ogni schema, con considerazioni e raccomandazioni per l’utilizzo dei dispositivi di protezione. Le casistiche presentate non sono esaustive e si raccomanda, in fase di applicazione, un confronto con eventuali norme o regolamenti locali.

In fase di progettazione occorre:

  • individuare gli apparecchi che, in caso di riflusso, possono condizionare l’acqua potabile nel sistema di distribuzione;
  • definire quale protezione risulta idonea in base alla categoria di fluido;
  • controllare che gli apparecchi scelti (o già installati) abbiano quel tipo di protezione;
  • installare tutte le protezioni identificate se non presenti.
Precedente Prossimo