Scorri
Rivista Idraulica 58

La regolazione negli impianti centralizzati a radiatori

Fig. 18: Impianto a radiatori a colonne montanti

Negli impianti centralizzati a colonne montanti, i radiatori di ciascun appartamento sono serviti da una distribuzione di tipo verticale (fig. 18) che non consente l’installazione di una o più valvole di zona. Le soluzioni di termoregolazione prese in considerazione sono le seguenti:

  • Valvole termostatiche tradizionali. È una soluzione largamente diffusa in questi impianti, grazie alle recenti riqualificazioni energetiche.
  • Valvole termostatiche connesse. È una soluzione innovativa che permette la gestione intelligente dei diversi ambienti.

Per semplicità di trattazione, non prenderemo invece in considerazione l’accensione e lo spegnimento della caldaia centralizzata.

Caratteristiche e prestazioni

Nei grafici di fig. 19 sono riportati gli andamenti delle temperature nei vari ambienti domestici nel caso di fabbisogno di comfort irregolare nell’arco delle giornate:

  • Le valvole termostatiche permettono di limitare l’eccessivo riscaldamento degli ambienti mantenendo costanti le temperature indipendentemente dal fabbisogno reale. Garantiscono quindi un elevato livello di comfort a discapito di un eccessivo consumo energetico in assenza di necessità di calore.
  • Le valvole termostatiche connesse permettono una gestione separata dei singoli ambienti domestici, anche nel caso di impianti a colonne montanti. Sono inoltre in grado di fornire la giusta quantità di calore inseguendo il fabbisogno reale, sia grazie alla possibilità di programmazione delle fasce orarie sia grazie alla possibilità di comando remoto a fronte di variazioni rispetto alle abitudini.
Risparmi ottenibili da una regolazione con valvole termostatiche

Risparmi ottenibili

I risparmi ottenibili da una regolazione con valvole termostatiche connesse sono evidenti rispetto a quelle tradizionali. Tali risparmi sono tanto maggiori quanto più è irregolare il fabbisogno di comfort: la possibilità di intervenire sulla programmazione secondo le esigenze, in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo, permette una riduzione considerevole degli sprechi energetici.

Fig. 19: Differenze tra diverse soluzioni di termoregolazione in caso di impianti a radiatore a colonne montanti

Leggi anche:

La regolazione negli impianti a radiatori termoautonomi a singola zona

L’impianto a singola zona è caratterizzato da una distribuzione a collettori a servizio dei radiatori. È il caso ad esempio di appartamenti termoautonomi o serviti da impianti centralizzati in edifici di recente costruzione. L'articolo tratta le soluzioni con valvole termostatiche tradizionali, tradizionali abbinate a un cronotermostato e valvole termostatiche connesse.

Approfondisci

La regolazione negli impianti a radiatori termoautonomi a due zone

L’impianto a due zone è caratterizzato da una distribuzione a collettori a servizio di differenti ambienti, tipicamente una zona giorno e una zona notte. È una soluzione riscontrabile nelle singole abitazioni private. In questo caso consideriamo le seguenti soluzioni di termoregolazione con valvole termostatiche tradizionali, tradizionali con cronotermostato e con valvole termostatiche connesse.

Approfondisci